K2_BROWSING_IN Soluzioni

Il pianoforte e suggerimenti per un arredo "che non stoni".

Il pianoforte ha una tale personalità da arredare da solo una stanza. Che si tratti di un prestigioso pianoforte a coda di grande marca o di un modesto pianoforte verticale, è necessario quindi che la collocazione sia in un posto di riguardo.

Il pianoforte ha una tale personalità da arredare da solo una stanza. Che si tratti di un prestigioso pianoforte a coda di grande marca o di un modesto verticale, è necessario quindi che la collocazione sia in un posto di riguardo.
Fare attenzione ad alcune semplici regole è garanzia di stabilità nell'accordatura e della "salute" dello strumento.

I fattori determinanti da tenere bene a riguardo sono le variazioni di temperatura ed umidità.

Il pianoforte è uno strumento musicale costituito principalmente di legno e quindi soggetto a restringimento e dilatazione a fronte di cambiamenti di umidità.
Proprio come accade con le porte e i cassetti, che fanno più fatica a scorrere se c’è molta umidità e si fanno più scorrevoli se l’aria è secca, anche i tasti del pianoforte potrebbero fare fatica a tornare in posizione suonando quando c’è molta umidità.
Viceversa, se l’ambiente intorno allo strumento è particolarmente secco, i tasti potrebbero dare l’impressione di "traballare".

Arredare una stanza con un pianoforte implica quindi tenere sotto controllo due fattori: la temperatura e l'umidità.

Per suonare il pianoforte si interviene sulla tastiera, ma è l'insieme "della meccanica" che permette al martelletto di colpire la corda e produrre la nota. E' facilmente intuibile che la meccanica di un pianoforte è composta da migliaia di componenti in legno connessi l'uno all'altro.
Se l’umidità raggiunge livelli particolarmente elevati in prossimità della meccanica, questa si fa più lenta ed il risultato è una sensazione che i tasti ritardino alla risposta al tocco.

Arredare con il pianoforte
Nel progettare l'arredamento di una stanza destinata ad accogliere un pianoforte è buona regola evitare di posizionarlo vicino a fonti di calore come termosifoni e camini, tenerlo alla larga da correnti d'aria ed evitare l'aerazione prolungata.

Un occhio di riguardo deve essere dedicato anche alla luce del sole; se lo strumento viene affiancato ad una vetrata di ampie dimensioni, può accadere che i raggi del sole lo colpiscano per più ore al giorno, causando una variazione significativa della temperatura anche al suo interno. Per questo si consiglia di collocarlo in prossimità di una parete interna e mai esterna.

Nel caso di un pianoforte verticale è importante non appoggiarlo completamente al muro, ma lasciare alcuni centimetri dalla parete per non "imbavagliare" il suono.

Arredare con un pianoforte


I riferimenti per dei valori ideali di temperatura ed umidità consigliati dalle case costruttrici sono: umidità al 48%, temperatura intorno ai 20 gradi, tutto l'anno. E' possibile monitorare questi valori con l'utilizzo di un'igrometro.

Una soluzione pratica per poter garantire al pianoforte lunga vita e salute e proteggerlo dagli sbalzi di temperatura ed umidità, è quella di far installare un sistema "Piano Life Saver". Il sistema Piano Life Saver è un dispositivo che regola e stabilizza la percentuale di umidità all'interno del pianoforte.

Per ricevere preziosi consigli suggeriamo di contattare James Lazzeroni, tecnico accordatore e riparatore di Pianoforti. Ulteriori info e curiosità sul sito www.pianoaccordatore.it

K2_ABOUT_AUTHOR

Alessandro Zucchelli

Ha la direzione del progetto "The Design" e risponde alla proprietà. Esperto di strategie web marketing riesce a creare del valore aggiunto grazie a consolidata esperienza nel settore. Riesce con successo a combinare le nuove tecnologie con una pruriennale esperienza di direzione commerciale per importanti aziende che operano nell'arredamento ed arredo bagno.

  • Language
  • Italiano
  • english

Currency

USD GBP EUR EGP